IPSOA Quotidiano

Inaccessibilità del sito Registro Nazionale Aiuti di Stato: prorogare l'invio dell'Autodichiarazione

28/11/2022 - Serve una proroga tecnica di almeno 15 giorni della scadenza per l’invio dell’Autodichiarazione Aiuti di Stato Covid-19, attualmente fissata al 30 novembre. E’ quanto richiesto dal Consiglio nazionale dei commercialisti con una lettera inviata al Ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, a quello delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso e al Viceministro dell’Economia, Maurizio Leo, con cui è stato evidenziato che il sito internet rna.gov.it, nella cui sezione trasparenza sono contenute informazioni essenziali per la corretta compilazione dell’Autodichiarazione Aiuti di Stato Covid-19, è inaccessibile agli utenti da diversi giorni. Serve una proroga tecnica di almeno 15 giorni della scadenza per l’invio dell’Autodichiarazione Aiuti di Stato Covid-19, attualmente fissata al 30 novembre. E’ quanto richiesto dal Consiglio nazionale dei commercialisti con una lettera inviata al Ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, a quello delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso e al Viceministro dell’Economia, Maurizio Leo, con cui è stato evidenziato che il sito internet rna.gov.it, nella cui sezione trasparenza sono contenute informazioni essenziali per la corretta compilazione dell’Autodichiarazione Aiuti di Stato Covid-19, è inaccessibile agli utenti da diversi giorni.

Legge di Bilancio 2023: eliminare la responsabilità solidale degli intermediari per inizio attività iva

28/11/2022 - La norma della Legge di Bilancio per il 2023 che amplia i meccanismi di verifica preventiva che l’Agenzia delle Entrate può svolgere in sede di attribuzione della partita IVA determina un ingiustificato aggravio di responsabilità a carico dell’intermediario che, peraltro, non dispone certo degli strumenti a disposizione dell’Agenzia delle Entrate per verificare l’affidabilità del soggetto che richiede l’attribuzione della partita IVA. E’ quanto evidenziato dal Consiglio nazionale dei commercialisti con un comunicato stampa del 28 novembre 2022 con cui ha chiesto che la norma, per quanto attiene alla corresponsabilità degli intermediari, venga espunta. La norma della Legge di Bilancio per il 2023 che amplia i meccanismi di verifica preventiva che l’Agenzia delle Entrate può svolgere in sede di attribuzione della partita IVA determina un ingiustificato aggravio di responsabilità a carico dell’intermediario che, peraltro, non dispone certo degli strumenti a disposizione dell’Agenzia delle Entrate per verificare l’affidabilità del soggetto che richiede l’attribuzione della partita IVA. E’ quanto evidenziato dal Consiglio nazionale dei commercialisti con un comunicato stampa del 28 novembre 2022 con cui ha chiesto che la norma, per quanto attiene alla corresponsabilità degli intermediari, venga espunta.

Conversione del Decreto Aiuti Quarter: prorogare al 31 gennaio la scadenza su Superbonus

28/11/2022 - Sul Superbonus, il termine per la presentazione della CILA deve essere allungato al 31 gennaio rispetto al 25 novembre previsto dal decreto. E’ quanto evidenziato dal CNA, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, nel corso dell’audizione davanti alla Commissione Bilancio del Senato nell’ambito della conversione del decreto Aiuti quater. Il CAN ha inoltre evidenziato che sugli immobili unifamiliari è condivisibile la scelta di circoscrivere il beneficio soltanto alle abitazioni principali ma va cancellato il riferimento al reddito non superiore a 15mila euro. Sul Superbonus, il termine per la presentazione della CILA deve essere allungato al 31 gennaio rispetto al 25 novembre previsto dal decreto. E’ quanto evidenziato dal CNA, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, nel corso dell’audizione davanti alla Commissione Bilancio del Senato nell’ambito della conversione del decreto Aiuti quater. Il CAN ha inoltre evidenziato che sugli immobili unifamiliari è condivisibile la scelta di circoscrivere il beneficio soltanto alle abitazioni principali ma va cancellato il riferimento al reddito non superiore a 15mila euro.

Assegni vitalizi: inammissibili le questioni di legittimità costituzionale

28/11/2022 - La nuova disciplina dei vitalizi degli ex senatori, ridotti per effetto dell’applicazione del regime contributivo anche ai trattamenti maturati prima del 2012 e già in godimento, e la sua compatibilità con i principi generali in materia di previdenza, stabiliti dalla Costituzione, non può essere sindacata dalla Corte costituzionale. È quanto dichiarato nella sentenza n. 237 del 28 novembre 2022 in cui la Corte costituzionale ha dichiarato l’inammissibilità delle questioni di legittimità costituzionale sollevate dal Consiglio di garanzia del Senato. La nuova disciplina dei vitalizi degli ex senatori, ridotti per effetto dell’applicazione del regime contributivo anche ai trattamenti maturati prima del 2012 e già in godimento, e la sua compatibilità con i principi generali in materia di previdenza, stabiliti dalla Costituzione, non può essere sindacata dalla Corte costituzionale. È quanto dichiarato nella sentenza n. 237 del 28 novembre 2022 in cui la Corte costituzionale ha dichiarato l’inammissibilità delle questioni di legittimità costituzionale sollevate dal Consiglio di garanzia del Senato.

Lavoro agile: valorizzazione campi INAIL

28/11/2022 - Con un comunicato stampa diffuso sul proprio portale istituzionale in data 25 novembre 2022, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha fornito indicazioni operative per la valorizzazione, nella comunicazione telematica di lavoro agile, dei campi relative all’ dell'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. Con un comunicato stampa diffuso sul proprio portale istituzionale in data 25 novembre 2022, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha fornito indicazioni operative per la valorizzazione, nella comunicazione telematica di lavoro agile, dei campi relative all’ dell'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

Fondo nuove competenze: quanto si risparmia con la formazione dei dipendenti?

28/11/2022 - La nuova edizione del Fondo nuove competenze permette alle imprese di adeguare le competenze digitali dei lavoratori, destinando parte dell'orario di lavoro alla formazione. Nello specifico, l’importo concesso a credito dell’azienda, da esporre in denuncia contributiva, coincide con il costo del lavoro sostenuto per le ore di frequenza dei percorsi di sviluppo delle competenze stabiliti dagli accordi collettivi, comprensivo dei contributi previdenziali e assistenziali ed esclusi premi di produzione e ratei TFR. Le istanze possono essere inviate a partire dal 13 dicembre. Quanto può risparmiare il datore di lavoro? La nuova edizione del Fondo nuove competenze permette alle imprese di adeguare le competenze digitali dei lavoratori, destinando parte dell'orario di lavoro alla formazione. Nello specifico, l’importo concesso a credito dell’azienda, da esporre in denuncia contributiva, coincide con il costo del lavoro sostenuto per le ore di frequenza dei percorsi di sviluppo delle competenze stabiliti dagli accordi collettivi, comprensivo dei contributi previdenziali e assistenziali ed esclusi premi di produzione e ratei TFR. Le istanze possono essere inviate a partire dal 13 dicembre. Quanto può risparmiare il datore di lavoro?

Istituito il Registro dei revisori legali dei revisori di Paesi terzi

28/11/2022 - Il 26 novembre 2022 è entrato in vigore il Regolamento 1° settembre 2022, n. 174 che disciplina l’iscrizione nel Registro dei revisori legali dei revisori di Paesi terzi. Il Ministero dell’Economia e della Finanza - Ragioneria dello Stato - sezione speciale revisori legali comunica che in apposita sezione sono presenti le informazioni di dettaglio e la modulistica per l’iscrizione. Al momento della presentazione della domanda di iscrizione nella Sezione dei revisori e degli enti di revisione contabile di Paesi terzi, i soggetti richiedenti sono tenuti al versamento di un contributo fisso, determinato in euro 150,00, a copertura delle spese amministrative. Il 26 novembre 2022 è entrato in vigore il Regolamento 1° settembre 2022, n. 174 che disciplina l’iscrizione nel Registro dei revisori legali dei revisori di Paesi terzi. Il Ministero dell’Economia e della Finanza - Ragioneria dello Stato - sezione speciale revisori legali comunica che in apposita sezione sono presenti le informazioni di dettaglio e la modulistica per l’iscrizione. Al momento della presentazione della domanda di iscrizione nella Sezione dei revisori e degli enti di revisione contabile di Paesi terzi, i soggetti richiedenti sono tenuti al versamento di un contributo fisso, determinato in euro 150,00, a copertura delle spese amministrative.

Comunicazione societaria sulla sostenibilità: arriva il via libero definitivo

28/11/2022 - Il Consiglio dell’UE informa di aver approvato in via definitiva la direttiva relativa alla comunicazione societaria sulla sostenibilità. Le imprese saranno presto tenute a pubblicare informazioni dettagliate in merito alle questioni di sostenibilità. I mercati finanziari hanno infatti bisogno di accedere a informazioni in materia ambientale, sociale e di governance affidabili, pertinenti e comparabili affinché il capitale privato sia indirizzato verso il finanziamento della transizione verde e sociale. La divulgazione di informazioni sulla sostenibilità potrebbe attrarre ulteriori investimenti e finanziamenti per facilitare la transizione verso un'economia sostenibile quale delineata nel Green Deal. Il Consiglio dell’UE informa di aver approvato in via definitiva la direttiva relativa alla comunicazione societaria sulla sostenibilità. Le imprese saranno presto tenute a pubblicare informazioni dettagliate in merito alle questioni di sostenibilità. I mercati finanziari hanno infatti bisogno di accedere a informazioni in materia ambientale, sociale e di governance affidabili, pertinenti e comparabili affinché il capitale privato sia indirizzato verso il finanziamento della transizione verde e sociale. La divulgazione di informazioni sulla sostenibilità potrebbe attrarre ulteriori investimenti e finanziamenti per facilitare la transizione verso un'economia sostenibile quale delineata nel Green Deal.

Bilancio ETS: utili chiarimenti dal Ministero del Lavoro

25/11/2022 - Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili comunica che in data 15 novembre 2022, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha pubblicato la nota n. 17146 avente ad oggetto “Quesiti in materia di redazione e deposito bilanci da parte degli Enti del Terzo settore”. Visto l’ampio coinvolgimento dei colleghi, il consiglio invita i propri iscritti a visionare il documento e l’ulteriore documentazione di interesse presente nella Sezione della “Normativa” del Terzo settore del sito del Ministero del lavoro. Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili comunica che in data 15 novembre 2022, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha pubblicato la nota n. 17146 avente ad oggetto “Quesiti in materia di redazione e deposito bilanci da parte degli Enti del Terzo settore”. Visto l’ampio coinvolgimento dei colleghi, il consiglio invita i propri iscritti a visionare il documento e l’ulteriore documentazione di interesse presente nella Sezione della “Normativa” del Terzo settore del sito del Ministero del lavoro.

Automotive: dal 29 novembre nuove domande per i Contratti di sviluppo e gli Accordi di innovazione

25/11/2022 - Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ricorda che dal 29 novembre riaprono gli sportelli per gli incentivi al settore automotive e le imprese della filiera potranno richiedere le agevolazioni a valere sui Contratti di sviluppo e sugli Accordi per l'innovazione. Sono oltre 320 milioni di euro le risorse a disposizione per sostenere i Contratti di sviluppo, che promuoveranno programmi di investimento di grandi dimensioni e di particolare rilevanza strategica e innovativa. abstract Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ricorda che dal 29 novembre riaprono gli sportelli per gli incentivi al settore automotive e le imprese della filiera potranno richiedere le agevolazioni a valere sui Contratti di sviluppo e sugli Accordi per l'innovazione. Sono oltre 320 milioni di euro le risorse a disposizione per sostenere i Contratti di sviluppo, che promuoveranno programmi di investimento di grandi dimensioni e di particolare rilevanza strategica e innovativa. abstract

CETP 2022: in arrivo 16 milioni di euro

25/11/2022 - Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha destinato 16 milioni di euro al cofinanziamento delle imprese italiane selezionate nel bando transnazionale congiunto CETP 2022. I progetti ammissibili alle agevolazioni devono prevedere la realizzazione di attività di ricerca industriale e di prevalente sviluppo sperimentale e, alla presentazione della proposta progettuale, i candidati devono scegliere uno specifico modulo tematico tra quelli indicati nel decreto n. 172022 del 24 novembre 2022 del Ministero. I termini e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione saranno definiti dal Ministero con successivo provvedimento direttoriale. Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha destinato 16 milioni di euro al cofinanziamento delle imprese italiane selezionate nel bando transnazionale congiunto CETP 2022. I progetti ammissibili alle agevolazioni devono prevedere la realizzazione di attività di ricerca industriale e di prevalente sviluppo sperimentale e, alla presentazione della proposta progettuale, i candidati devono scegliere uno specifico modulo tematico tra quelli indicati nel decreto n. 172022 del 24 novembre 2022 del Ministero. I termini e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione saranno definiti dal Ministero con successivo provvedimento direttoriale.

Contratti di sviluppo “Rinnovabili e batterie”: quando e come presentare domanda

25/11/2022 - Riapre lo sportello dei contratti di sviluppo PNRR “Rinnovabili e batterie”. Le domande possono essere presentate dal 28 novembre 2022 al 28 febbraio 2023, esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia. Le risorse disponibili per il nuovo sportello ammontano a complessivamente a oltre 358 milioni di euro. Le domande di agevolazioni devono avere ad oggetto la realizzazione di programmi di sviluppo concernenti settori produttivi connessi alle tecnologie per la generazione di energia da fonti rinnovabili, con particolare riferimento a moduli fotovoltaici innovativi e aerogeneratori di nuova generazione e taglia medio-grande, e per l’accumulo elettrochimico. Riapre lo sportello dei contratti di sviluppo PNRR “Rinnovabili e batterie”. Le domande possono essere presentate dal 28 novembre 2022 al 28 febbraio 2023, esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia. Le risorse disponibili per il nuovo sportello ammontano a complessivamente a oltre 358 milioni di euro. Le domande di agevolazioni devono avere ad oggetto la realizzazione di programmi di sviluppo concernenti settori produttivi connessi alle tecnologie per la generazione di energia da fonti rinnovabili, con particolare riferimento a moduli fotovoltaici innovativi e aerogeneratori di nuova generazione e taglia medio-grande, e per l’accumulo elettrochimico.

Finanza digitale: adottato l'atto sulla resilienza operativa digitale

28/11/2022 - Il Consiglio ha adottato l'atto sulla resilienza operativa digitale (DORA), che garantirà al settore finanziario in Europa di essere in grado di preservare la resilienza in caso di gravi perturbazioni operative. DORA stabilisce requisiti uniformi per la sicurezza delle reti e dei sistemi informativi delle imprese e delle organizzazioni che operano nel settore finanziario nonché di terze parti critiche che forniscono loro servizi relativi alle TIC (tecnologie dell'informazione e della comunicazione), come piattaforme cloud o servizi di analisi dei dati e crea un quadro normativo sulla resilienza operativa digitale in base al quale tutte le imprese devono garantire di poter resistere e reagire a tutti i tipi di perturbazioni e minacce connesse alle TIC, nonché di riprendersi da tali perturbazioni e minacce. Tali requisiti sono omogenei in tutti gli Stati membri dell'UE. L'obiettivo principale è prevenire e attenuare le minacce informatiche. Il Consiglio ha adottato l'atto sulla resilienza operativa digitale (DORA), che garantirà al settore finanziario in Europa di essere in grado di preservare la resilienza in caso di gravi perturbazioni operative. DORA stabilisce requisiti uniformi per la sicurezza delle reti e dei sistemi informativi delle imprese e delle organizzazioni che operano nel settore finanziario nonché di terze parti critiche che forniscono loro servizi relativi alle TIC (tecnologie dell'informazione e della comunicazione), come piattaforme cloud o servizi di analisi dei dati e crea un quadro normativo sulla resilienza operativa digitale in base al quale tutte le imprese devono garantire di poter resistere e reagire a tutti i tipi di perturbazioni e minacce connesse alle TIC, nonché di riprendersi da tali perturbazioni e minacce. Tali requisiti sono omogenei in tutti gli Stati membri dell'UE. L'obiettivo principale è prevenire e attenuare le minacce informatiche.

Pubblicato il DPB 2023 inviato alla Commissione Europea

25/11/2022 - Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato il Documento programmatico di bilancio per il 2023 (DPB), inviato alla Commissione europea e al Parlamento italiano. In particolare, nell’ambito degli interventi per il caro energia sono state considerate le misure temporanee mirate al contenimento dei costi energetici per famiglie e imprese, ma anche quelle volte alla salvaguardia del potere di acquisto dei redditi più bassi per fronteggiare l’aumento dei costi energetici e il generale aumento dell’inflazione. L’azione di riforma del Governo è rimasta incentrata sull’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato il Documento programmatico di bilancio per il 2023 (DPB), inviato alla Commissione europea e al Parlamento italiano. In particolare, nell’ambito degli interventi per il caro energia sono state considerate le misure temporanee mirate al contenimento dei costi energetici per famiglie e imprese, ma anche quelle volte alla salvaguardia del potere di acquisto dei redditi più bassi per fronteggiare l’aumento dei costi energetici e il generale aumento dell’inflazione. L’azione di riforma del Governo è rimasta incentrata sull’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Tasso di attualizzazione e rivalutazione: dal 1° dicembre 2022 al 3,04%

24/11/2022 - Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha aggiornato al 3,04% a partire dal 1° dicembre 2022, il tasso da applicare per le operazioni di attualizzazione e rivalutazione ai fini della concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore delle imprese. Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha aggiornato al 3,04% a partire dal 1° dicembre 2022, il tasso da applicare per le operazioni di attualizzazione e rivalutazione ai fini della concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore delle imprese.

Quotidiano Giuridico

Ischia: approvato lo stato di emergenza

28/11/2022 - Il Consiglio dei Ministri 27 Novembre 2022, n. 7 ha deliberato,  su proposta del Presidente Giorgia Meloni e del Ministro per la protezione civile e le...

I fotogrammi di Google Earth come prove documentali: interviene la Cassazione

28/11/2022 - La sentenza del 17 ottobre 2022 n. 39087/2022 (testo in calce) della Corte di Cassazione chiarisce nuovamente la rilevanza probatoria delle immagini...

Soddisfacimento dei bisogni dei figli: le norme di riferimento

28/11/2022 - Entrambi i genitori hanno l'obbligo di contribuire al soddisfacimento dei bisogni dei figli minori ciascuno in proporzione alle rispettive disponibilità...

Speciali

Pace fiscale

Fonte: ipsoa.it

Reddito di cittadinanza

Fonte: ipsoa.it

Quota 100 e pensioni 2019

Fonte: ipsoa.it

Fattura elettronica

Fonte: ipsoa.it

Tariffe Inail 2019

Fonte: ipsoa.it

Auto: ecotassa e bonus 2019

Fonte: ipsoa.it

Fondo Garanzia PMI

Fonte: ipsoa.it

Video

IPSOA inPratica Lavoro

IPSOA inPratica Lavoro

Guarda i video
IPSOA inPratica Ademimenti fiscali

IPSOA inPratica Ademimenti fiscali

Guarda i video
No Risk Visure

No Risk Visure

Guarda i video
Lavoro in formazione, tutte le risposte su apprendistato, tirocinio e alternanza scuola - lavoro

Lavoro in formazione, tutte le risposte su apprendistato, tirocinio e alternanza scuola - lavoro

Guarda i video
Percorso di aggiornamento Tributario IPSOA Scuola di formazione

Percorso di aggiornamento Tributario IPSOA Scuola di formazione

Guarda i video
TuttoLavoro Suite

TuttoLavoro Suite

Guarda i video
One FISCALE: la semplicità è una rivoluzione

One FISCALE: la semplicità è una rivoluzione

Guarda i video